Il seguente contenuto potrebbe contenere spoiler

Season 1

La prima stagione di Game of Thrones è semplicemente perfetta. E’ la stagione, a mio avviso, più importante, la stagione che ti fa capire se vuoi andare avanti oppure fermarti. E’ ovvio, la prima parte della stagione è quella più lenta, con l’introduzione di svariati personaggi che fai fatica a memorizzare. Ma più vai avanti e più inizi a provare diverse emozioni verso ognuno di essi. Odio, amore, simpatia, paura, esaltazione, curiosità: tutto racchiuso in dieci episodi.
La prima parte della stagione inizia a descrivere diverse ambientazioni del continente di Westeros. Inizia tutto all’estremo nord, dove un ranger dei Guardiani della Notte diserta dopo aver visto un Estraneo.


Qui già iniziamo a vedere i primi gruppi di personaggi. I Guardiani della notte sono uomini che dedicano la loro vita esclusivamente alla difesa della Barriera, enorme muro di ghiaccio che separa il continente di Westeros da una terra abitata soprattutto dai Bruti e dagli Estranei. Questi ultimi sono invece esseri leggendari, o almeno creduti tali dalla maggior parte degli abitanti dei Sette Regni in Game Of Thrones. Essi hanno la capacità di resuscitare i morti, i quali, una volta rinati, diventano zombie obbedienti agli estranei.

Your Content Goes Here

Your Content Goes Here

Your Content Goes Here

Your Content Goes Here

Your Content Goes Here

Your Content Goes Here